Blog: http://Invisibile_.ilcannocchiale.it

Odio un sacco di cose.

Odio tutto.

Sono intollerante a tutto. Lo sono sempre stata, non è certo una novità.
Ma ogni qualvolta che la mia soglia di tolleranza arriva al limite.
Entro in quello stato così detto di "intolleranza suprema".
Non tollero il capodanno. Non capisco che cazzo di senso abbia.
Una sorta di reset fasullo che ti illude che tutto ricominci da capo.
Una fantomatica svolta che dovrebbe derivare da un cazzo di numero che cambia cifra.
Invertire la rotta. Mi piacerebbe.
Cancellare tutto o in parte. Mi piacerebbe.
Ma non sarà questa festa del cazzo a farlo.
Voglio spegnermi, spegnere i miei pensieri. Rinascere in un'altra parte del mondo.
E ricominciare davvero da capo.
Dimenticarmi chi sono, o forse ricordarlo in parte....
O semplicemente avere intorno un mondo tutto nuovo che io non conosco... E nel quale nessuno mi conosce.
Vorrei che la mia vita fosse un nickname, un social netowork, un forum. 
Cambiare identità con un click. 
Essere vecchia e nuova in pochi secondi. Senza soffrire. Scegliendo ogni passo da fare.
Vorrei conservare un pò di me. Un pò di quello che amo.
Risorgere, risorgere come Cristo a Pasqua.
Risorgere per me, nel nome della mia serenità.
In questa notte di festa... Dove tutti festeggeranno una felicità di facciata.
Vorrei solo essere ubriaca, totalmente ubriaca, da sola, in mezzo ad una pista da ballo che non si cura di me.
Ballare, con la musica forte nelle orecchie.
Spegnermi nel trambusto.
Risvegliarmi, confusa e nuova.
In un letto che non è il mio.

Voglio chiudere gli occhi. E godermi le mie fantasie.
L'ultimo orgasmo della serata. Il pensiero più alto.

Si fotta il tempo.
Esiste solo per farti rimpiangere qualche ruga in più.


Pubblicato il 31/12/2010 alle 18.33 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web